L'appello delle Ong al governo spagnolo; basta vendere armi all'Arabia Saudita

Il governo di Madrid vuoloe vendere ai sauditi alcune navi da guerra. L'accordo sarà firmato dall'erede al trono saudita, Mohammed bin Salman

Yemen, raid saudita al funerale: è strage di civili

Yemen, raid saudita al funerale: è strage di civili

globalist 11 aprile 2018

C’è la guerra dello Yemen nella quale i sauditi hanno spesso bombardato luoghi affollati di civili. E poi c’è il sostegno a formazioni jihadiste che sono parte integrante della guerra civile siriana. Per questo chi commercia in armi con Riad dovrebbe essere cauto.
Ora c’è un appello: fermare la vendita di armi all'Arabia Saudita. E' quanto chiede al governo spagnolo la 'Control Arms Coalition', una coalizione di cui fanno parte oltre 100 ong tra cui Amnesty International, Oxfam e Greenpeace, in vista della firma di un accordo con il quale Madrid venderà a Riad alcune navi da guerra.
L'intesa verrà messa nero su bianco durante l'imminente visita ufficiale in Spagna dell'erede al trono saudita, Mohammed bin Salman, in arrivo dalla Francia. In precedenza il principe aveva visitato Stati Uniti, Egitto e Regno Unito.
Il clou della visita a Madrid è in programma giovedì, quando Mohammed bin Salman sarà ricevuto da re Felipe VI al Palazzo della Zarzuela. Lo stesso giorno alla Moncloa ci sarà l'incontro con il premier Mariano Rajoy e saranno firmati diversi accordi bilaterali tra cui quello da oltre due miliardi di euro per l'acquisto di cinque corvette commissionate all'azienda pubblica spagnola Navantia.
Inoltre, la Marina spagnola e la Royal Saudi Navy firmeranno un accordo che prevede l'addestramento in Spagna di circa 600 marinai sauditi che formeranno i futuri equipaggi delle corvette.
Le ong hanno chiesto alle autorità spagnole di non firmare l'accordo, sostenendo che le navi da guerra potrebbero essere utilizzate dall'Arabia Saudita nella campagna militare in Yemen, dove secondo l'Onu è in corso la "peggior crisi umanitaria nel mondo".