L'Isis pubblica il video-testamento di Azimov prima di uccidere e morire

L'assalitore è un ceceno di 21 ani già segnalato come potenziale terrorista islamico. La prova che il ragazzo era legato allo Stato Islamico

L'attentatore di Parigi Azimov

L'attentatore di Parigi Azimov

globalist 13 maggio 2018

Non un lupo solitario nel classico senso della parola ma un terrorista che aveva collegamenti diretti con la 'centrale' dello Stato islamico. E a riprova l'Isis ha divulgato attraverso i suoi canali il video-testamento che Khamzat Azimov aveva registrato prima di entrare in azione a Parigi.
Nel video che dura poco più di due minuti, pubblicato dall'agenzia jihadista Amaq, il ragazzo giusta fedeltà allo Stato Islamico e tra le altre cose spiega che la sua azione "è il risultato dell'aggressione dell'Occidente all'Isis".


Nato in Cecenia, già schedato dagli 007


Un fanatico che ha scelto di morire a soli 21 ani: l’assalitore di Parigi che ha ucciso una donna e ferito quattro persone si chiamava Khamzat Azimov, era nato in Cecenia nel 1997, ed è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dalla polizia nove minuti dopo. Poco dopo lo Stato Islamico, nel suo sito ufficiala Amaq, ha rivendicato l'azione definendo il terrorista un suo soldato.
L'accoltellatore era incensurato ma era schedato "S" "per la sua vicinanza agli ambienti radicali islamici".
Subito dopo l'identificatione del killer sono stati arrestati i genitori dell'assalitore ceceno che - sospetta la polizia - potrebbe aver aver avuto un ruolo nell'azione.
La reazione della polizia
L'uomo che nelle vie del centro di Parigi ha ammazzato a coltellate una donna ferendo altre 8 persone è stato neutralizzato in nove minuti dalla prima chiamata. A raccontarlo è lo stesso primo ministro francese Edouard Philippe sottolineando che la polizia ha dimostrato notevole abilità e capacità di intervento. L'assalitore, che si aggirava tra la sede della Borsa e l'Opera poco prima delle 21, secondo alcuni testimoni avrebbe accoltellato le persone gridando Allah Akbar e urlando poi ai poliziotti '' uccidetemi o vi ammazzo io''.
La condanna di Macron
"La Francia ha ancora una volta pagato un prezzo nel sangue ma non cederà di un millimetro ai nemici della libertà". Lo scrive il presidente francese Emmanuel Macron su Twitter. "A nome di tutti i francesi -ha aggiunto il presidente- rendo omaggio al coraggio degli agenti di polizia che hanno neutralizzato il terrorista".