Tutti pazzi per la cannabis (legale): in Francia aumentano i negozi specializzati

La cannabis light ha un tasso di thc inferiore a quella vietata per legge. Ha effetti rilassanti e ansiolitici

Cannabis

Cannabis

globalist 11 giugno 2018

Aumentano a Parigi e in Francia i negozi specializzati in cannabis: non si tratta dell'erba vietata dalla legge ma di un tipo di cannabis che ha un tasso di thc allo 0,2%, inferiore alla soglia stabilita dalla legge. La sostanza contiene cannabidiolo (CBD), una molecola della cannabis che non provoca euforia ma, come scrive il quotidiano francese Le Monde in edicola oggi, effetti "rilassanti ed ansiolitici".


Un 'Cofyshop' ha aperto le porte a inizio giugno nell'undicesimo arrondissement di Parigi, ma la molecola è presente anche in alcuni tipi di sigarette elettroniche in vendita da anni, e negozi specializzati nel CBD sono comparsi negli ultimi sei mesi anche in altre città di Francia, dalla Provenza e la Costa Azzurra, fino alla Borgogna e nel Nord della Francia. Eppure, scrive Le Monde, "vendere del CBD non è impresa facile, vietato "dire che i questi prodotti possono essere fumati o vantarne i benefici per la salute".


Gran parte delle boutique francesi si riforniscono in Svizzera, dove la regolamentazione è più flessibile. In Francia, la legislazione è ancora molto vaga, una forma di vuoto giuridico che non facilita il lavoro delle forze dell'ordine che non non sanno come intervenire.