Il giudice a Trump: vietato bloccare i suoi avversari su Twitter

Per il magistrato impedire di vedere il suo account viola il primo emendamento della costituzione sulla libertà di parola

Trump

Trump

globalist 23 maggio 2018

Vietato respingere le critiche; Donald Trump viola il primo emendamento della costituzione (sulla libertà di parola, ndr) quando blocca coloro che lo criticano su Twitter: lo ha stabilito il giudice distrettuale di Manhattan Naomi Reice Buchwald in un provvedimento nel quale ordina al presidente o ad un suo subordinato di mettere fine a questa prassi di impedire ai suoi detrattori di vedere il suo account Twitter, ammonendo che si tratta di un comportamento anti costituzionale.
"Una sentenza dichiarativa dovrebbe essere sufficiente perché nessun dirigente governativo, incluso il presidente - è sopra la legge, e tutti i dirigenti governativi sono tenuti a seguire la legge", ha scritto il magistrato. Il caso era stato sollevato lo scorso luglio dal Knight First Amendment Institute della Columbia University e da sette persone bloccate da Trump dopo che lo avevano criticato.