23.15 1 aprile ultimo aggiornamento

Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (ASI) la previsione di rientro in atmosfera ad 80 km della stazione spaziale cinese Tiangong-1 è stimata per il 2 aprile alle ore 00:44 UTC (ora italiana 02.44 del 2 aprile)

la stazione spaziale cinese

la stazione spaziale cinese

Redazione 1 aprile 2018Globalscience

Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (ASI) durante il tavolo tecnico riunito in seduta permanente presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, la previsione di rientro in atmosfera ad 80 km della stazione spaziale cinese Tiangong-1 è stimata per il 2 aprile alle ore 00:44 UTC (ora italiana 02.44 del 2 aprile), con una finestra di incertezza tra un’ora e mezza e le due ore e mezza.


 
All’interno di questo arco temporale, le finestre di interesse per l’Italia, si riducono ulteriormente dalle iniziali quattro ad una, restando quindi confermato esclusivamente il potenziale coinvolgimento della parte orientale dell’isola di Lampedusa nella regione Sicilia.


 


Le previsioni di rientro sono soggette a continui aggiornamenti perché legate al comportamento della stazione spaziale stessa rispetto all’orientamento che assumerà nello spazio e agli effetti che la densità atmosferica imprime agli oggetti in caduta, nonché a quelli legati all’attività solare.


 


Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, in base agli aggiornamenti forniti dal tavolo tecnico, che resta riunito in seduta permanente, ha deciso di disdire la convocazione del Comitato Operativo della Protezione civile.