Berlusconi, quello show per rimarcare la leadership

Tratta Salvini come uno speakeri, ruba il microfono alla Meloni, rimarca con una gestualità da attore consumato il testo del centrodestra. Come a dire:attenzione ai vecchi leoniu

Berlusconi tiene i punti concordati con Salvini mentre parla il leader della Lega

Berlusconi tiene i punti concordati con Salvini mentre parla il leader della Lega

globalist 13 aprile 2018

E' uno show in piena regola, in stile Cav. Con il classico doppiopetto stile 94, spilla Fi al bavero, Silvio Berlusconi è il vero mattatore del secondo giro di consultazioni. Riconosce sì, il ruolo di leader a Salvini, ma sceglie di presentarlo lui ai giornalisti, come speaker unico dell'alleanza ("Abbiamo concordato un comunicato congiunto, ne darà lettura il nostro leader"...) e si prende l'ultima parola.
Accomiatandosi dai giornalisti quando ormai i suoi alleati hanno già imboccato l'uscita, Berlusconi non resiste ad afferrare il microfono, attaccando chi "non conosce l'Abc della democrazia". "Fate i bravi - dice rivolgendosi ai giornalisti - sappiate distinguere chi è veramente democratico da chi non conosce nemmeno l'Abc della democrazia". Spettacolo fatto di mimica, gestualità, la conta con le dita dei punti del programma mentre Salvini snocciola, leggendo il testo concordato. E rimarcando con la mimica facciale l'avverbio "unitariamente" pronunciato dal leghista per spiegare le posizioni del centrodestra. Come a dire: se avete intenzione di togliermi di mezzo, la strada è ancora lunga....