Berlusconi: sono tornato in campo per fermare il pericolo Cinque Stelle

Il Cav. continua a lanciare stoccate a Di Maio & soci: 'Sono populisti che vengono dal nulla'. Poi una battuta anche ai suoi alleati: 'Sono l'unico del centrodestra a poter fermare questa deriva'

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

globalist 14 aprile 2018

Continua lo scontro tra il Cav. e i grillini. Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, giudica infatti il Movimento 5 Stelle un "gravissimo pericolo per il Paese". "E' per questo che sono tornato in campo - ha spiegato nel corso del suo intervento a Isernia - perché sono l'unico protagonista del centrodestra che può fermare questa pericolosissima e antidemocratica escalation". Una battuta che sicuramente non piacerà neppure agli alleati della coalizione. L'ex presidente del Consiglio considera i pentastellati un movimento "ribellista, populista, pauperista e giustizialista, fatto da persone che vengono dal nulla, non hanno nulla e non si sono mai affermati nel campo del lavoro". "In Italia - ha detto ancora Berlusconi - sono arrivati al 33% mentre in Molise hanno toccato il 50%. Accolgono la protesta di tanti che non stanno bene e che non arrivano a fine mese a causa dei governi del centrosinistra che non hanno fatto crescere l'economia e creato posti di lavoro. Ecco perché - ha sottolineato ancora Berlusconi - questo vecchietto, guardandosi allo specchio e ripensando alle parole della madre nel '94, è ' tornato in campo per opporsi a questo pericolo e far s che l'Italia non cada nelle mani dannosissime di questo movimento".