Mondiali (senza l'Italia) è il grande giorno: alle 17 il via con Russia-Arabia Saudita

Parte la 21esima edizione della Coppa del Mondo: Brasile grande favorita

Mondiali

Mondiali

globalist 14 giugno 2018

 Alle 17 con Russia-Arabia Saudita prende il via la 21esima edizione dei Mondiali di calcio. Un torneo nella terra degli zar, fortemente voluto dal presidente Vladimir Putin, che ha espresso ottimismo sulle possibilità di ben figurare della sua nazionale, pur riconoscendo che le favorite per la vittoria finale siano Brasile, Argentina, Spagna e Germania. Se in Russia sono al debutto 2 nazioni, Panama e Islanda, gli assenti, che tuttavia hanno sempre torto, sono parecchi e illustri: l'Italia (4 volte campione), l'Olanda (tre volte finalista), il Cile (detentore della coppa America), il Camerun (vincitore della Coppa d'Africa) e gli Stati Uniti (detentori della Gold Cup, ossia il trofeo che va ai campioni del centro e nord America). 
Su Mediaset, in esclusiva assoluta, si potranno vedere in diretta e in alta definizione tutte le 64 partite della competizione, a cominciare dal match inaugurale “Russia-Arabia Saudita”, in onda su Canale 5 alle 17.00 (ora italiana). La sfida, in programma allo stadio Luzhniki di Mosca, sarà trasmessa anche su Mediaset Extra FIFA World Cup, con il commento della Gialappa’s Band.
La mancata qualificazione degli azzurri impedirà a Gigi Buffon di centrare un record difficilmente eguagliabile, ovvero diventare il primo giocatore al mondo ad aver disputato 6 edizioni consecutive dei mondiali di calcio. Le 5 presenze di fila dell'ex capitano dell'Italia restano comunque un grande traguardo, attualmente condiviso col messicano Antonio Carbajal e con il tedesco Lothar Matthaus. Proprio l'ex centrocampista dell'Inter è il giocatore ad aver giocato più partite nella coppa del mondo (ben 25) ma in termini di minutaggio il primato spetta al nostro Paolo Maldini con 2.216 minuti. 
Tra i tanti record della manifestazione, da sottolineare quello di O'Rey Pelé che è il calciatore ad aver vinto più mondiali (3), seguito da Giuseppe Meazza, l'argentino Daniel Passarella e i brasiliani Cafù e Ronaldo con 2 titoli in bacheca. 
Chi sarà il vincitore di Russia 2018? Palla di vetro a parte, secondo i bookmakers della Snai la squadra favorita è il Brasile (data a 5), seguita da Germania (5,75), Spagna (7), Francia (7,50) e Argentina (9). Più distaccate Belgio (bancato a 12), Inghilterra (18) e Portogallo (28). I padroni di casa della Russia sono quotati a 60, l'Egitto di Salah a 200, l'esordiente Islanda a 300. Fanalini di coda Tunisia, Panama e Arabia Saudita, tutte e tre quotate a 1.000. Attenzione però: nell'alzare la coppa, le europee sono in vantaggio per 11 a 9 nei confronti delle sudamericane. Nelle ultime 3 competizioni ha sempre vinto un'europea (Italia, Spagna e Germania) mentre dal 1962 al 2006 c'è sempre stata un'alternanza al vertice tra la vecchia Europa e il sud dell'America. 
Fari puntati, quindi, su Brasile e Argentina, o meglio su Neymar e Messi. Dopo che un'europea (la Germania nel 2014) ha espugnato per la prima la fortezza sudamericana, potrebbe essere ancora una rappresentativa del nuovo mondo (dopo il Brasile nel 1958 in Svezia) a conquistare il massimo trofeo nel vecchio continente.