L'Iran minaccia Israele: se ci attaccano raderemo al suolo Tel Aviv e Haifa

Il ministro degli Esteri Javad Zarif ha iniziato il suo tour diplomatico per salvare l'accordo sul nucleare. Ma l'esercito ha lanciato un avvertimento

Parata militare in Iran

Parata militare in Iran

globalist 12 maggio 2018

Bastone e carota, diplomazia e minacce: mentre il ministro degli Esteri Javad Zarif ha iniziato il suo tour diplomatico per salvare l'accordo sul nucleare, l'esercito iraniano ha lanciato un avvertimento a Israele: "Se sarà davvero così irresponsabile da attaccarci, non esiteremo a radere al suolo Tel Aviv e Haifa", ha detto un portavoce, generale Abbas Sadahi'.
L'ufficiale ha poi ricordato che i tre eserciti della Repubblica Islamica dell'Iran, ossia l'esercito regolare (Artesh), i Pasdaran (Guardiani della Rivoluzione Islamica) e l'esercito dei volontari (Basij), sono già stati in guerra con il regime di Saddam Hussein e oggi sono pronti per rispondere a qualsiasi aggressione all'Iran.
"Loro (gli israeliani, ndr) sanno bene che non possono attaccare e scappare come un tempo. Il 7 giugno scorso l'Isis ha attaccato Teheran e qualche settimana dopo abbiamo risposto con 7 missili su Deir Ezzor, uccidendo oltre 150 terroristi. I nostri missili sono stati precisi", ha ricordato Sadahi'. "Tel Aviv e Haifa sono nel raggio dei missili di Teheran e che l'Iran non esiterà a colpire, in caso di attacco israeliano", ha concluso.