Valerie Donzelli alle prese con Marguerite e Julien: storia di amore e incesto

Il tema, l'incesto tra una sorella e un fratello, il progetto con un padre nobile come Francois Truffaut che poi rinunciò.

Una scena del film

Una scena del film

Esce il 1 giugno da Officine Ubu Marguerite e Julien, la leggenda degli amori impossibili diretto dalla francese Valerie Donzelli con Anais Demoustier e Jérémie Elkaim protagonisti.



Il punto di partenza è la storia vera dello scandaloso amore di due figli di nobili della provincia francese. "Se ci sposiamo sarai mio marito e mio fratello" dice l'inquieta Marguerite, disposta a tutto pur di difendere l'indifendibile rapporto. I due ragazzi sono vissuti alla fine del 1500 e finiti al rogo, ma la regista trasporta la vicenda in un'epoca più recente, con un pre-finale in cui a prendere i due amanti fuggiaschi che tentano di attraversare la Manica e andare in Gran Bretagna arrivano persino gli elicotteri. Il messaggio neppure tanto subliminale è che in qualunque tempo e in qualunque luogo l'incesto è condannato. Nel cast anche Géraldine Chaplin, Frédéric Pierrot, Aurélia Petit.