Da Children a One&One: i più grandi successi di Robert Miles

La musica piange la morte del dj: esordì con l'album Dreamland. Il suo singolo Children venne usato come sigla del Festivalbar.

Robert Miles

Robert Miles

Desk 10 maggio 2017

Il mondo della musica oggi è in lutto perché ha perso uno degli idoli dance di una generazione intera. Quella degli anni ’90 e delle discoteche che danzavano al ritmo di Children, il grande successo che consegnò a Robert Miles lo scettro di re della trance.


Fu l’album di debutto Dreamland a imporlo sulla scena dance mondiale, vendendo 1 milione di copie in Europa e oltre 500 mila tra Stati Uniti e Canada, e ottenendo riconoscimenti prestigiosi come il Brit Award, ancora oggi l’unico italiano ad averne ottenuto uno.


Roberto Concina – questo il suo vero nome – compositore, dj e produttore discografico che dedicò la sua vita a numerosi generi e varianti della musica elettronica.


Raggiunge fama mondiale nel 1996 con il singolo Children,  Uscito in Italia nell'autunno del 1995, diventa un successo internazionale nell'estate del 1996.


L'album Dreamland ottiene molteplici dischi di platino e d'oro in varie nazioni, mentre il singolo Children vende più di 5.000.000 di copie e viene utilizzato come sigla della trasmissione televisiva estiva Festivalbar.


Nel corso del 1997 pubblica il suo secondo album: 23am. Nel 2011 pubblica Thirteen collaborando con Robert Fripp e Dave Okumu. In tutto 6 album: 1996 Dreamland 1997 23am 2001 Organik 2002 Organik Remixes 2004 Miles Gurtu 2011 Th1rt3en.
Tra i suoi pezzi più belli: Children, One and One, Fable, Music. Ma anche Full Moon, A New Flowere Red Zone.


Video di Children