Un video segreto incastra Weinstein: così molestava le sue 'prede'

L'imprenditice Melissa Thompson ha accusato il produttore di averla più volte stuprata. Nel 2011 lo registrò di nascosto e ora lo ha depositato in tribunale

Melissa Thompson  e Weinstein in un fotogramma del video

Melissa Thompson e Weinstein in un fotogramma del video

GdS 13 settembre 2018Giornale dello Spettacolo

Immagini che spiegano tante cose: Melissa Thompson ha accusato Harvey Weinstein di averla violentata più volte. Ora ha fornito un video per testimoniare i comportamenti inappropriati - frutto delle tecniche predatorie - dell’ex produttore cinematrografico, finito sotto processo a New York. Il filmato è stato diffuso da Sky News.  


È stata la stessa attrice a girare le immagini negli uffici dell’uomo, nel 2011, durante un incontro in cui doveva presentare i servizi offerti dalla sua startup. Al posto del team del marketing si presentò solo l'imprenditore, che le fece diverse domande inopportune, come se potesse flirtare con lei.


Melissa Thompson ha spiegato che Weinstein ha accettato di usare i suoi prodotti «per conquistare una posizione dominante» su di lei, che cercava di essere gentile «per non mandare all’aria il contratto», ha raccontato. Anche davanti alle richieste di lui, l’attrice non ha mai rifiutato con fermezza «per una combinazione di ingenuità e confidenza, che mi ha portato a questa dinamica, ma non l’ho mai incoraggiato consapevolmente», ha ammesso. Un esempio? Quando l’uomo le ha chiesto se poteva avere una piccola parte di lei l’attrice ha risposto che era «un po’ troppo».


Dopo questo incontro l’ex produttore le ha dato appuntamento per una cena in un albergo per concludere l'affare, che si svolse in una camera, «per mia grande sorpresa», dove l’attrice sarebbe stata stuprata. «Ero in trappola, non importa cosa provassi a fare. Mi ha messo all'angolo, ripetutamente». Il filmato è stato acquisito come prova per il processo contro Weinstein.