Tensione referendum, Milano crolla: affonda Mpa a -7%

Avvio negativo per tutte le Borse europee. Piazza Affari in affanno, trascinata al ribasso dai titoli bancari.

Milano, piazza affari

Milano, piazza affari

globalist 28 novembre 2016

Inizio di settimana in negativo per tutte le Borse europee. Maglia nera a Milano, affossata da Mps e dal comparto bancario a una settimana dal voto sul referendum costituzionale e mentre parte l'operazione di salvataggio del Monte, con l'avvio dell'offerta per la conversione dei bond subordinati in azioni.


Il listino milanese cede il 2%, staccando Francoforte (-0,8%), Parigi (-0,8%) e Londra (-0,7%) mentre lo spread Btp-Bund si allarga a 188 punti e il rendimento dei nostri titoli decennali si attesta al 2,1%. In Borsa non riesce a trattare Mps, in scia alle spinte ribassiste, mentre affondano gli altri bancari: il banco cede il 4,09%, Bpm il 3,89%, Unicredit il 4,01%, Bper il 3,68%, Intesa Sanpaolo il 2,97%.


Mps sospesa a Piazza Affari: -7%. Il titolo di Mps è stato subito sospeso dopo una breve fase di contrattazione. Il titolo è entrato in asta di volatilità dopo aver registrato un crollo del 7,3%, a 18,55 euro, prezzo che riflette il raggruppamento delle azioni nel rapporto di uno a cento che prende il via oggi.


Consob: ok prospetto conversione bond di Mps. La Consob ha approvato il prospetto informativo relativo alla conversione dei bond subordinati di Mps in azioni. Lo comunica la banca in una nota. Il periodo di adesione sarà compreso tra il 28 novembre e il 2 dicembre salvo proroga. Mps "non ha intenzione di procedere per il momento" a formulare un'offerta di conversione in azioni per il titolo ibrido Fresh da 1 miliardo di euro. Lo si legge in una nota della banca. E in occasione dell'aumento di capitale da 5 miliardi di euro Mps ha deciso di adottare "misure di potenziamento dei presidi" che devono "garantire il corretto adempimento degli obblighi informativi e di condotta previsti dalla disciplina Mifid", la normativa che tutela gli investitori allo sportello. Lo si legge in una nota della banca. Tra gli impegni assunti, quello di mantenere "un atteggiamento non proattivo, astenendosi dal raccomandare o consigliare l'adesione all'Offerta".