Quale "anno bellissimo"? Continua a salire la disoccupazione giovanile e non solo

L’andamento degli occupati è determinato dalla diminuzione dei dipendenti (-44mila), sia permanenti (-33mila) sia a termine (-11mila)

Quale anno bellissimo? Continua a salirea la disoccupazione giovanile

Quale anno bellissimo? Continua a salirea la disoccupazione giovanile

globalist 1 aprile 2019

Sale il tasso di disoccupazione a febbraio: passa al 10,7 dal 10,5% di gennaio. Lo rileva l'Istat nelle sue stime provvisorie, spiegando come l'aumento sia di 0,1 punti percentuali in quanto si tratta di una variazione basata su dati arrotondati (a gennaio il tasso era al 10,542% arrotondato al 10,5% mentre a febbraio al 10,665% e arrotondato al 10,7%).


La stima degli occupati, prosegue l'istituto di statistica, è in lieve calo rispetto a gennaio (-0,1%, pari a -14mila unità); anche il tasso di occupazione scende di poco al 58,6% (-0,1 punti percentuali). L’andamento degli occupati è determinato dalla diminuzione dei dipendenti (-44mila), sia permanenti (-33mila) sia a termine (-11mila), mentre nell’ultimo mese risultano in aumento gli indipendenti (+30mila).
Il calo dell’occupazione è concentrato nella classe di età centrale dei 35-49enni (-74mila) mentre si conferma il segno positivo per gli ultracinquantenni (+51mila). A febbraio, aggiunge ancora l'Istat, le persone in cerca di occupazione aumentano dell’1,2% (+34mila). La crescita riguarda entrambi i generi e si concentra tra le persone oltre i 35 anni.