Finanziamento illecito: indagato Bonometti, il presidente di Confindustria Lombardia

Lʼindustriale è coinvolto nella maxi indagine della Dda di Milano, sulla presunta rete di corruzione, che otto giorni fa ha portato a 43 misura cautelari

Bonometti

Bonometti

globalist 15 maggio 2019
Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia e presidente dell'azienda Officine Meccaniche Rezzatesi con sede nel Bresciano, è indagato per finanziamento illecito nella maxi indagine della Dda di Milano che otto giorni fa ha portato a 43 misura cautelari. Bonometti è stato stato sentito dai pm e per gli inquirenti è vicino ad ambienti di Forza Italia. Gli è stato contestato un finanziamento illecito da circa 30mila euro ad un politico.
Bonometti, secondo quanto si apprende, "non ha ancora ricevuto alcun documento ufficiale" ma, secondo quanto fatto sapere dal suo staff, "ha appreso la notizia dalla stampa". Nella giornata di martedì il presidente di Confindustria Lombardia è stato sentito come persona informata sui fatti dai magistrati milanesi che indagano sulla presunta rete di corruzione che avrebbe caratterizzato la spartizione di appalti in Lombardia.
L'industriale, che è a capo delle Officine Meccaniche Rezzatesi e di Confindustria Lombardia dal novembre 2017, solo uno dei numerosi testimoni ascoltati dai pm Silvia Bonardi, Adriano Scudieri e Luigi Furno e solo uno degli indagati nell'inchiesta che sta colpendo politici e imprenditori.