Fu il Real Madrid a spingere Ronaldo a pagare il silenzio della Mayorga

Secondo un quotidiano portoghese sarà questa la linea difensiva del calciatore: il club madrilista lo aveva appena acquistato e non voleva problemi

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo

Globalsport 10 ottobre 2018Globalsport

Le indiscrezioni di rincorrono anche se c’è da scommettere che Ronaldo userà tutto l’ascendente che ha sui media per difendersi di fronte all’opinione ione pubblica: sarebbe stato il Real Madrid - club dal quale era appena stato comprato - a fare pressione su Cristiano Ronaldo in modo che il giocatore firmasse l’accordo con Kathryn Mayorga, nel 2010.
Lo riporta il Correio da Manha. Secondo il quotidiano portoghese questa sarà la linea difensiva del giocatore per rispondere alle accuse di stupro che lo hanno travolto negli scorsi giorni.


Gli avvocati del giocatore e della squadra spagnola - che voleva evitare ogni scandalo - avrebbero quindi deciso insieme la strada da seguire, fino al risarcimento che impose il silenzio alla donna. Secondo quanto riportato, il giocatore si sarebbe sempre dichiarato innocente e avrebbe firmato contro la sua volontà.


Una seconda indiscrezione vorrebbe inoltre l’addio di Cristiano Ronaldo all’avvocato dei vip David Chesnoff per Peter Christiansen, sempre a Las Vegas, dove è stato riaperto il caso del 2009.


Nuovi dettagli sono stati proposti dal Correio da Manha in merito alle versioni contrastanti dei due protagonisti, in particolare per quanto riguarda l’epilogo della serata. Il giocatore avrebbe detto che dopo il rapporto sessuale consumato nella camera d’albergo con Mayorga sarebbero tornati nel locale dove si erano incontrati. L’ex modella ha dichiarato invece che scappò dall’albergo, dopo il presunto stupro.