L'Himalaya perde 8 miliardi di tonnellate di ghiaccio l'anno per il riscaldamento globale

Lo evidenzia un nuovo studio: nell'ultimo decennio la situazione è peggiorata e i ghiacciai hanno perso un quarto della loro massa

L'Himalaya

L'Himalaya

globalist 20 giugno 2019
Dal 1975 al 2000 i ghiacci dell'Himalaya hanno perso 25 centimentri di spessore e dal 2000 fino ai giorni nostri la situazione è peggiorata: dei 600 miliardi di tonnellate di ghiaccio che ricoprono la più grande catena montuosa al mondo, negli ultimi anni sono spariti 72 miliardi di tonnellate. Praticamente 8 miliardi l'anno. 
Può sembrare una cifra irrisoria, ma un quarto della massa dei ghiacciai è sparita nell'ultimo decennio. Lo studio che ha mostrato questi risultati comprende dati relativi a tutta la regione, catturati da 40 anni di osservazioni attraverso satelliti spia dei tempi della Guerra Fredda in India, Cina, Nepal e Bhutan, e si concentra sull'analisi di circa 650 ghiacciai che si estendono per 2.000 chilometri da ovest a est.
Negli anni Settanta e Ottanta un programma spionistico Usa, nome in codice Hexagon, lanciò segretamente in orbita 20 satelliti per fotografare la Terra. I rullini di pellicola venivano fatti cadere dai satelliti nell'atmosfera e raccolti a mezz'aria da aerei militari. I materiali furono desegretati nel 2011 e digitalizzati dall'US Geological Survey per uso scientifico. Tra le foto rubate anche quelle dell'Himalaya, un'area per la quale i dati storici scarseggiano. Confrontando quelle immagini con dati satellitari più recenti della Nasa e dell'agenzia spaziale giapponese Jaxa è stato possibile ricostruire i cambiamenti nell'area. Gli studiosi della Columbia hanno studiato 650 ghiacciai distribuiti su duemila chilometri e rilevato che dal 1975 al 2000, ogni anno venivano persi in media quattro miliardi di tonnellate di ghiaccio.
Ma dal 2000 ad oggi, ogni anno si sono sciolti otto miliardi di tonnellate di ghiaccio. "Per dare il senso dell'ampiezza, otto miliardi di tonnellate di ghiaccio riempiono 3,2 milioni di piscine di olimpioniche per un anno" ha detto Joshua Maurer, coordinatore dello studio. Il disgelo non è uniforme. "I ghiacciai perdono gran parte dei ghiaccio alle altitudini più basse e lì si concentra l'assottigliamento. Alcune di quelle aree si ritirano fino a cinque metri l'anno" ha spiegato.