Squallore Trump: per criticare la deputata musulmana usa i video dell'11 settembre

La democratica Ilhan Omar nel mirino del miliardario xenofobo che ha cercato di far passare il messaggio che fosse amica con i terroristi islamici

La deputata democratica Ilhan Omar

La deputata democratica Ilhan Omar

globalist 13 aprile 2019

Senza vergogna, senza ritegno. Un comportamento indegno per chiunque, a maggior ragione per uno che dovrete rappresentare una nazione.
Il presidente statunitense Donald Trump ha attaccato su Twitter la neo deputata democratica Ilhan Omar, la prima donna musulmana eletta al Congresso americano, alternando alcune immagini della donna a quelle degli attentati dell'11 settembre 2001 con le Torri gemelle in fiamme.
«Non lo scorderemo mai!», scrive il presidente americano, con l'intenzione di stigmatizzare alcune dichiarazioni fatte il mese scorso da Omar durante un evento di un'associazione per la difesa dei diritti civili dei musulmani.
A scatenare le ire di Trump e della destra americana alcuni passaggi dell'intervento della Omar all'evento dello scorso marzo, quando tra l'altro parlando dell'11 settembre disse «alcune persone hanno fatto qualcosa».
«Ci siamo stufati di vivere come cittadini di seconda classe - aveva poi attaccato Omar - e ogni cittadino musulmano di questo Paese dovrebbe essere stanco di questo». Omar, rivolta alla platea aggiunse quindi che era ora di «scatenare l'inferno» e di «mettere a disagio le persone» per difendere i propri diritti.



Ocasio-Cortez attacca Trump - Alexandria Ocasio-Cortez, la deputata democratica, attacca il presidente Usa Donald Trump per il video.
«Il Congresso ha il dovere di rispondere all'attacco esplicito del presidente. La vita di Ilhan è in pericolo. Per i nostri colleghi restare in silenzio significa essere complici nel consentire di prendere di mira il Congresso», twitta la parlamentare democratica.
«Ilhan Omar è una leader con forza e coraggio. Non si farà piegare dal razzismo e dall'odio di Trump. I disgustosi e pericolosi attacchi contro di lei devono finire», le fa eco il candidato democratico alla Casa Bianca, Bernie Sanders.
Attaccano il presidente anche i candidati democratici Elizabeth Warren e Jay Islee. «Il presidente sta incitando alla violenza contro un membro del Congresso e un intero gruppo di americani in base alla religione. È disgustoso e vergognoso», twitta Warren. «La retorica pericolosa contro Ilhan Omar - mette in evidenza Islee - sta mettendo a rischio la sua sicurezza. E mettendo lei e tutti i musulmani in pericolo».
«La memoria dell'11 settembre è sacra e il presidente non può usare quelle immagini dolorose per i suoi attacchi politici»: così la speaker della Camera del Congresso americano, Nancy Pelosi. «È sbagliato per un presidente, come Commander in Chief, alimentare le fiamme che rendono ognuno di noi meno sicuro», ha aggiunto Pelosi.