Moana Pozzi, dal porno alla malattia e alla morte: il mito non tramonta

Era il 15 settembre del 1994 quando la più famosa e amata porno diva italiana moriva a Lione.

Nella foto, la porno star Moana Pozzi

Nella foto, la porno star Moana Pozzi

globalist 15 settembre 2018

Il mito che non tramonta: è morta il 15 settembre 1994 a Lione, uccisa a soli 33 anni da un carcinoma fulminante, la porno diva più famosa d'Italia, Moana Pozzi. L'attrice lanciata nel mondo dell'hard nel 1986 da Riccardo Schicchi nel film "Fantastica Moana", sin dall'inizio della sua carriera si era distinta dalle altre colleghe pornostar per alcune caratteristiche - come ad esempio la sua intelligenza e un linguaggio forbito che sfoderava durante le interviste - che l'hanno fatta apprezzare anche da coloro che seguivano principalmente le due performances erotiche.
Del resto Moana era un personaggio particolare: figlia di una benestante famiglia della borghesia genovese, scuole religiose fino al tentativo di sfondare nel mondo del cinema e della televisione come soubrette e la scelta delle 'Luci rossi' insieme all'altrettanto celebre (all'epoca) Ilona Staller, in arte Cicciolina.
Moana Pozzi è ricordata, oltre che per la sua prorompente bellezza, anche per la sua dolcezza, che l'ha avvicinata anche al pubblico più critico nei confronti del mondo del porno, quello femminile. La porno diva non ha solo girato filmati a luci rossi, è stata anche, nella sua breve vita, una star del piccolo schermo italiano, spesso ospite di programmi televisivi e protagonista di "L'araba fenice", andato in onda per la prima volta su Italia 1 nel 1988 con la regia di Paolo Beldì.
Tra i meriti di Moana Pozzi c'è stato anche quello di portare a galla il mondo sommerso della pornografia ed elevarlo dall'aspetto morboso, mostrando oltre alle curve anche padronanza di linguaggio e una certa cultura.
Ovviamente si è trattato di un personaggio controverso. E, in una certa misura, il mito è stato alimentato dalla sua morte improvvisa e silenziosa. Dai misteri artatamente creati sul nulla. Sulle leggende degli ultimi giorni. Lei che per scelta aveva voluto mostrarsi completamente e che, invece, se n'è andata nascosta dal mondo.