Contro l'analfabetismo al potere da Firenze parte la campagna "Prima l'Italiano"

Lo annuncia il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha fatto partire la polemica sui leghisti che non sanno sillabare la parola 'Toscani'

Leghisti toscani

Leghisti toscani

globalist 11 luglio 2019
In vista dell'anniversario della morte di Dante Alighieri, deceduto a Ravenna il 14 settebre del 1321, il sindaco di Firenze Dario Nardella - che ieri aveva aperto la polemica sui leghisti che non sanno sillabare la parola 'Toscani' - ha annunciato che a Firenze verrà lanciata la campagna "Prima l'italiano": "sarà una grande campagna che noi vogliamo portare tra le scuole, tra i giovani e perché no? Anche tra i politici" ha dichiarato Nardella, rispondendo a una domanda sui risultati disastrosi dei test Invalsi. 
Commentando ancora l'errore dei leghisti, Nardella ha ironizzato: "direi che lo slogan di Firenze, città di Dante e della Crusca, è 'prima l'italiano'.