Vittorio Sgarbi: "le donne per i politici possono essere pericolose"

Il critico d'arte commenta la settimana di gossip con le fidanzate di Di Maio e di Salvini

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi

globalist 5 aprile 2019

“Le donne in politica sono pericolose”. Lo dice Vittorio Sgarbi, ospite a Otto e Mezzo in riferimento alle tresche di Di Maio e di Salvini che hanno riempito le pagine dei giornali di gossip (e non) di questa settimana.


“Pensiamo a cosa era successo con Francesca Pascale” spiega Sgarbi, “all’epoca la Pascale ha censurato Berlusconi, è servita come sicurezza per scongiurare le voci che circolavano dopo il Ruby-gate. Ma a livello di voti” continua Sgarbi, “non ha aiutato a migliorare la situazione. Così come Di Maio: può fare quello che vuole con la nuova fidanzata, ma non è lei che lo salverà. Penso che Di Maio dovrebbe preoccuparsi più di Giulia Sarti, per esempio. Per Salvini il discorso è diverso: lui con la Isoardi è stato ‘cornuto’, ma con la figlia di Verdini è stato bravo. Lui si che prenderà voti, se non altro per il valore della conquista”.