Il Razzismo di Libero: "Conte avvocato del popolo africano"

Dopo essersela presa con i meridionali ora il giornale di estrema destra cavalca l'onda xenofoba, lasciando ipotizzare che la fantomatica 'invasione' si avvicina.

Il titolo xenofobo di Libero

Il titolo xenofobo di Libero

globalist 7 settembre 2019

Nei mesi di governo cosa hanno saputo fare? Propaganda con gli immigrati, soprattutto se neri, africani e di religione musulmana.
Tutti i dati economici dei mesi ‘gialloverdi’ sono stati negativi. Ma l’odio verso i più deboli e la paura verso gli stranieri presentati come stupratori, criminali, spacciatori e terroristi è stato forte.
Così il solito Libero, che interpreta meglio di altri l’umore dell’estrema destra xenofoba padano/italiana, dopo essersela presa con i meridionali (e i lettori del Sud che hanno votato Salvini ci dovrebbero fare una pensata…) oggi con un titolo dei suoi definisce Conte avvocato del popolo africano. Ossia un premier che prende ordini dalla Ue e dal Pd.
Il tutto con le foto di Merkel e Macron che, nella narrazione sovranità, sono il male peggiore.


Del resto dai primi segnali già si capisce che la destra xenofoba italiana sparerà tutte le cartucce per rilanciare la menzogna dell'invasione e dell'immigrazione selvaggia.
L’odio, il vento xenofobo e il rancore soffieranno ancora a lungo nel paese. Grazie ad anni di propaganda razzista e, anche, grazie a un Ordine dei giornalisti che troppo spesso si gira dall’altra parte.