L’Ucraina fa retromarcia: toglierà il bando ad Al Bano

Lo dice l’avvocato del cantante. Che ricorda di essere “un cantante, non un politico”, e spera di essere invitato per un concerto

Al Bano

Al Bano

GdS 12 settembre 2019Giornale dello Spettacolo
Una delle notizie più stupefacenti e assurde degli ultimi tempi era stato il veto del marzo scorso dell’Ucraina ad Al Bano perché avrebbe “minacciato la sicurezza nazionale”. Il suo avvocato Cristiano Magaletti fa sapere che il cantante pugliese adesso con il nuovo governo può andare nel paese dell’Est.

Il bando era scattato per alcune dichiarazioni sull’appartenenza della Crimea alla Russia che Kiev non aveva gradito. D'altro canto il cantante non ha mai nascosto di ammirare Putin.

Magaletti ha detto che Al Bano verrà cancellato dalla lista nera degli indesiderati. L’artista ha ricordato di non essersi mai interessato alla contesa sulla Crimea, di essere “un cantante, non un politico”, e confida in un invito per tenere “un grande concerto di pace e musica".