Uccide la compagna di 77 anni e ne inscena il suicidio: arrestato un uomo di Verona

L'uomo, un settantenne, è piantonato in ospedale dove è stato ricoverato poco dopo l'omicidio in seguito a un malore. I due avevano una relazione segreta

Il femminicidio di Verona

Il femminicidio di Verona

globalist 15 giugno 2018

La polizia ha arrestato oggi l'autore dell'omicidio di Fernanda Paoletti, la donna di 77 anni uccisa il 4 giugno scorso a Verona: si tratta di Pietro Di Salvo, 70 anni, suo vicino di casa, con cui la donna aveva una relazione.


Il corpo della Paoletti era stato trovato senza vita dal figlio, preoccupato che non rispondeva al telefono. Aveva un laccio stretto attorno al collo e il suo cadavere era legato a un termosifone. Da subito gli investigatori avevano escluso l'ipotesi del suicidio. Le indagini si erano concentrate su alcune tracce organiche lasciate nella corda: le analisi confermano che il dna è quello di Di Salvo. I due avevano una relazione ma Di Salvo, che viveva ancora con la famiglia, aveva scelto di tenerla segreta. Fernanda Paoletti è stata uccisa dopo un litigio, l'omicida ha poi inscenato il suicidio. Di Salvo è ora ricoverato in ospedale per un malore ma sarà portato nel carcere di Montorio. L'accusa nei suoi confronti è di omicidio preterintenzionale. 
Con quello di Verona salgono a 32 i femminicidi in Italia dall'inizio dell'anno.