Crema, 15enne 'dipendente' dalla Playstation: tolto alla famiglia

I giudici hanno deciso di affidare il minorenne ad una comunità. Da mesi si era isolato per giocare, trascurando la scuola e non uscendo più di casa

Crema, 15enne malato e dipendente dalla Playstation: tolto alla famiglia

Crema, 15enne malato e dipendente dalla Playstation: tolto alla famiglia

globalist 11 luglio 2018

Affetto da una grave dipendenza dai videogiochi. Per questo motivo un ragazzo di 15 anni, su decisione del Tribunale dei minori, è stato allontanato dalla famiglia e affidato ad una comunità di tutela.
La vicenda va avanti da molto tempo e riguarda una famiglia di Crema seguita dai servizi sociali. Una famiglia con una situazione difficile: genitori separati, mamma con problemi di droga e giudiziari, una figlia scappata di casa col fidanzato e in passato, a sua volta, affidata ad una comunità.
Questo l'ambiente in cui viveva il ragazzo, ora quindicenne, con difficoltà nell'apprendimento e schiavo della Playstation, vittima di una vera dipendenza da videogiochi. La situazione in casa sempre la stessa con la madre presa dalla sua vita e il giovane nella sua stanza a giocare.
Il contesto familiare, monitorato dai servizi sociali, ha avuto un punto di non ritorno la scorsa settimana quando il giudice, che faceva seguire il ragazzo, ha deciso che non si poteva più continuare così. Il 15enne è stato prelevato dalla sua abitazione di Crema e portato in comunità.
Quando la polizia è arrivata a casa ha trovato il ragazzo nella sua stanza così preso dal videogioco da non aver sentito le ultime telefonate della madre e così indaffarato da non rispondere a chi cercava di intromettersi tra lui e il gioco.
La vicenda era emersa in tutta la sua drammaticità lo scorso autunno. I servizi sociali avevano mandato un rapporto al giudice del Tribunale dei minori, denunciando la grave situazione del giovane che da mesi si era isolato per giocare con la Playstation, trascurando la scuola e non uscendo più di casa. Giocava la notte e la mattina crollava dal sonno. Adesso il ragazzo è in comunità nella speranza di un recupero, anche per la madre.