I fascisti italiani tifano per i nazisti tedeschi: "bravi, Salvini li prenda come esempio"

Su twitter l'estrema destra italiana appoggia i nazisti di Chemnitz: "è l'inizio della rivoluzione"

Gli scontri a Chemnitz

Gli scontri a Chemnitz

globalist 2 settembre 2018

Gli scontri di Chemnitz, da una settimana teatro di manifestazioni dell'estrema destra tedesca cui si contrappongono i cortei antifascisti, trovano eco spropositata sui social, soprattutto quelli italiani, dove sono in tanti, spaventosamente in tanti, quelli che guardano all'ondata neonazista che ha invaso la terza città della Sassonia, tra l'altro un tempo sede di un sottocampo del lager nazista di Flössemburg, come a un esempio da imitare. 


"Quello che la stampa e i telegiornali non dicono" scrive un utente, "Le proteste a Chemnitz contro la criminalità dilagante dei migranti, una marcia silenziosa senza nessuna deriva estremista, in seguito all'omicidio di un cittadino tedesco per mano di richiedenti asilo". E ancora, "Matteo Salvini, questi volti sono quelli delle vittime di omicidi commessi dai migranti in Germania.Oggi i cittadini Tedeschi stanno dimostrando a #Chemnitz che la violenza e l'impunità devono cessare. Bravi a loro!".


Molti manifestanti hanno infatti sfilato con delle foto che raffiguravano vittime di omicidi perpetrati da migranti, come se fosse il fatto di essere straniero a configurarti come assassino. 


Di gran moda è inoltre la teoria per la quale i media stiano dipingendo un'immagine estremista dei manifestanti, "tutti onesti cittadini". Sarà allora solo un caso che i disordini per i quali la polizia è intervenuta sono stati provocati da Holligans nazifascisti, che hanno ferito solo nella giornata di ieri ben 9 persone.