Turista senza biglietto scappa tuffandosi dal vaporetto nel Canal Grande: multata anche per il bagno

Protagonista dell'episodio una 18enne americana. E' stata ripescata in acqua e sanzionata di oltre 500 euro. Durissimo il sindaco di Venezia: "doveva finire in cella"

Un vaporetto a Venezia

Un vaporetto a Venezia

globalist 5 settembre 2018

Ha cercato di sfuggire ai controllori sul vaporetto a Venezia gettandosi in acqua ma il bagno nel Canal Grande non ha fatto che aumentare la multa che ha dovuto pagare, oltre 500 euro.
Protagonista della fuga (mancata) con tuffo una turista americana di 18 anni. Una volta ripescata, infatti, la giovane è stata sanzionata per 450 euro per essere finita in acqua, ai quali si sono aggiunti i 77,50 euro per il mancato possesso del titolo di viaggio. Tutto saldato con carta di credito, una volta all'asciutto.
La 18enne, nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, era a bordo della linea 1 in direzione Lido quando alla fermata Rialto sono saliti i controllori. Il suo turno di mostrare il biglietto è giunto all'altezza dell'attracco Sant'Angelo: a quel punto la giovane ha prima finto di cercare il documento di viaggio e il passaporto, poi con un balzo che ha sorpreso i presenti, ha scavalcato la balaustra ed è finita in acqua. A nuoto ha attraversato il Canal Grande, credendo di far perdere le sue tracce, ma è subito scattato l'allarme ed è stata ripescata da un barchino di passaggio. Ad attenderla all'Imbarcadero Sant'Angelo ha così trovato i vigili pronti a staccare una sanzione di 527 euro totali.
Sull'episodio durissimo il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. "Non doveva essere multata - ha detto il primo cittadino - doveva finire in cella. Abbiamo chiesto più poteri per gestire una città come Venezia: quella turista non andava solo multata ma dovremmo avere la possibilità di metterla in cella di sicurezza e allontanarla dalla città. Venezia va rispettata dai suoi visitatori".