Napoli, muore per un'infezione da streptococco a 48 anni: era stato curato per sciatica

La vittima, un operaio di Qualiano, nell'ultimo mese ha più volte chiesto di essere ricoverato senza essere ascoltato. La procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo

La vittima Giuseppe De Rosa

La vittima Giuseppe De Rosa

globalist 14 settembre 2018

Ancora un caso di malasanità. Questa volta nel napoletano dove un uomo curato per una sciatica è morto dopo un mese per un'infezione da streptococco. Si tratta di Giuseppe De Rosa, un operaio di 48 anni di Qualiano. Il decesso è avvenuto lo scorso 7 settembre all'ospedale di Pozzuoli.
L'uomo, secondo quanto riferito dalla moglie, stava male e durante un mese di calvario avrebbe più volte chiesto di essere ricoverato ma le sue richieste sono rimaste inascoltate. Lamentava forti dolori alla schiena e alle gambe e tutte le volte è stato rimandato a casa con antidolorifici e una diagnosi di sciatica. E ha raccontato che un operatore della guardia medica gli aveva detto di non telefonare per cose "banali". A provocare i dolori non era però una sciatica ma un'infezione da streptococco.
Ora la famiglia, che ha presentato una denuncia ai Carabinieri chiede giustizia. La procura di Napoli ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di omicidio colposo ed ha già effettuato l'autopsia.
Il decesso è avvenuto lo scorso 7 settembre all'ospedale di Pozzuoli. In una nota l'Azienda sanitaria evidenzia che, a quanto appreso, "il paziente sarebbe stato visitato da diversi professionisti afferenti a diverse strutture, anche avvalendosi di esami strumentali. Occorrerà ricostruire l'effettiva dinamica per verificare quale sia stata la reale causa di morte del paziente" e sottolinea di essere "vicina al dolore della famiglia", assicurando che "porterà avanti tutte le azioni utili ad accertare la veridicità dei fatti".