Memoona torna in Italia dal Pakistan ma nessuno va a prenderla all'aeroporto

La ragazza portata in Pakistan contro la sua volontà: "Ora vorrei vedere la mia famiglia. Ho un po' paura perché non so cosa diranno"

Memoona Safdar, la 23enne rientrata ieri sera dal Pakistan.

Memoona Safdar, la 23enne rientrata ieri sera dal Pakistan.

globalist 21 settembre 2018

Un'altra storia di soprusi su una giovane donna. "Sono molto contenta di essere tornata qui in Italia". Lo ha detto Memoona Safdar, la 23enne rientrata ieri sera dal Pakistan. "Questa notte ho dormito in albergo, vicino all'aeroporto di Malpensa. "Nessuno è venuto a prendermi", ha confidato. "Ho dormito poco - ha aggiunto, ero molto agitata ma il viaggio di ritorno è andato bene". "Ora vorrei vedere la mia famiglia. Ho un po' paura perché non so cosa diranno", ha spiegato Memoona Safdar, rientrata dal Pakistan. "Non li ho ancora sentiti, io sono felice di rivederli loro non saprei - ha aggiunto - Non li ho ancora chiamati al telefono, ho sentito solo mio marito. Mi ha detto che è triste perché sono qui".