Carminati, 41-bis per l'uomo chiave di "Mondo di Mezzo": carcere duro per aggravante mafiosa

Massimo Carminati, insieme all'imprenditore Salvatore Buzzi, è stato condannato al 41 bis con una sentenza che ha ribaltato la sentenza di primo grado

Massimo Carminati

Massimo Carminati

globalist 25 settembre 2018

È toccato il 41 bis a Massimo Carminati, uomo chiave dell'inchiesta di Mafia Capitale rinominata "Mondo di Mezzo". Il carcere duro è stato disposto a seguito della sentenza di II grado che ha riconosciuto l'aggravante mafiosa per l'ex terrorista del Nar e anche per l'imprenditore Salvatore Buzzi, capovolgendo la sentenza di primo grado emessa nei giorni scorsi dalla terza sezione della Corte d'appello di Roma. L'aggravante mafiosa è stata riconosciuta per 18 dei 43 imputati.


Carminati dovrà scontare 14 anni e sei mesi. In primo grado, la sua condanna era stata stabilita a 20 anni.