"Di Maio tu dove stai?": gli operai Fca licenziati protestano sul tetto del I Municipio a Roma

Tra loro anche Mimmo Mignano che aveva minacciato di darsi fuoco sotto casa del ministro del Lavoro. E' uno dei cinque licenziati a Pomigliano d'Arco per aver inscenato il funerale dell'ad Marchionne

Mimmo Mignano

Mimmo Mignano

globalist 11 ottobre 2018

Arriva a Roma la protesta dei lavoratori Fca e chiama in causa il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio. Due operai dello stabilimento di Pomigliano d'Arco sono saliti sul tetto della sede del I municipio della capitale per protestare contro il licenziamento di cinque lavoratori che avevano inscenato nel 2014 il funerale dell'ad Sergio Marchionne davanti ai cancelli dello stabilimento.
Uno dei due manifestanti è Mimmo Mignano, anche lui tra i licenziati, che lo scorso 6 giugno aveva minacciato di darsi fuoco sotto la casa del ministro del Lavoro Di Maio per chiedere il suo intervento.
Gli operai hanno calato uno striscione con la scritta: "Fiat, Di Maio tu dove stai?". "Il ministro - ha detto Mignano - era venuto anche a trovarmi in ospedale a Nola, ma sono 5 mesi che non abbiamo notizie sulla nostra situazione". Ai piedi dell'edificio ci sono altri operai che stanno manifestando. Sul posto schierate anche le forze dell'ordine.