Gli animalisti protestano contro il Palio, il comune ai contradaioli: ignorateli

La questura ha autorizzato una manifestazione mentre l'Amministrazione non avrebbe voluto. Il sindaco: i senesi non cadano nelle provocazioni

Palio di Siena

Palio di Siena

globalist 2 dicembre 2018

Domenica 9 dicembre si terrà in piazza Amendola a Siena una manifestazione degli animalisti contro il celebre Palio. La protesta è stata autorizzata dalla questura ma per l'Amministrazione comunale c'erano tutti i presupposti per vietarla.


D'altronde la manifestazione non è affatto vista di buon occhio, dato che va a intaccare il Palio che è sentitissimo dalla cittadinanza. Tanto che da Palazzo Pubblico arriva l'invito a cittadini e contradaioli a ignorare la manifestazione, facendo regnare in città "l'indifferenza come miglior antidoto alle ridicole contestazioni di domenica prossima".


"Ci desta una certa preoccupazione la manifestazione degli animalisti prevista domenica 9 dicembre - spiega in una nota l'assessore alla sicurezza Francesco Michelotti - Sappiamo bene che esiste un diritto costituzionale di manifestare, in ossequio al quale il questore ha concesso la piazza. Tuttavia sui social, i toni della manifestazione animalista sono bellicosi e la piega che sta prendendo la cosa non è delle migliori".


"A nostro avviso - prosegue Michelotti - proprio per questo motivo c'erano i presupposti per vietare la manifestazione come abbiamo chiesto dall'inizio, o quantomeno dirottarla in siti meno rischiosi della città. Piazza Amendola è prossima a negozi e abitazioni e i toni assunti dai manifestanti sono tutt'altro che concilianti: mi preoccupo inoltre per l'incolumità degli appartenenti alle forze dell'ordine".


"Questa non è una manifestazione per gli animali, ma solo contro la città di Siena, la sua identità, la sua storia e la sua tradizione. Siena è il Palio, il Palio è Siena. Chiediamo a tutti i senesi e contradaioli - prosegue Michelotti - di non cadere in alcuna provocazione e di far regnare l'indifferenza come miglior antidoto alle ridicole contestazioni di domenica prossima".