Una ragazza indiana denuncia la famiglia per sfuggire a un matrimonio combinato

È stata l'ultima di una serie di vessazioni. La ragazza ha aspettato di diventare maggiorenne per denunciare la famiglia

Nozze indiane

Nozze indiane

globalist 24 dicembre 2018
Una vita di vessazioni e violenze, non da ultima quella di sposare un uomo imposto dai genitori. Ma una ragazza indiana, residente nel parmense, ha aspettato la maggiore età e poi si è rivolta ai Carabinieri, denunciando la famiglia e sfuggendo così al matrimonio. 
I genitori sono ora stati denunciati e raggiunti dal divieto di avvicinamento alla figlia, mentre la ragazza è stato trasferita in una località protetta. Padre e madre della ragazza, residente da quando è piccola in Italia, erano arrivati a minacciarla per farla sottostare ai loro voleri. "O lo sposi o ti ammazziamo", era la frase che spesso le ripetevano. Questo, spiega Filippo Collana, comandante della stazione carabinieri di Colorno (Parma), "è stato tuttavia solo l'ultimo atto di una lunga serie di vessazioni".