Giornalisti aggrediti dai fascisti: la Procura indaga per violenza privata e lesioni

I pm di Roma attendono un'informativa della Digos per l'avvio delle verifiche sull'aggressione da parte di militanti di estrema destra denunciata dai cronisti dell'Espresso

Acca Larentia, giornalisti aggrediti: la Procura indaga per violenza privata e lesioni

Acca Larentia, giornalisti aggrediti: la Procura indaga per violenza privata e lesioni

globalist 8 gennaio 2019
Violenza privata e lesioni. Sono questi i reati al vaglio della Procura di Roma dopo l'aggressione denunciata dal giornalisti dell'Espresso Federico Marconi e dal fotografo Paolo Marchetti da parte di membri dell'estrema destra romana durante la commemorazione delle vittime di Acca Larentia al cimitero del Verano.
I pm della capitale sono in attesa di una informativa della Digos della polizia in merito alle violenze denunciate per l'avvio delle verifiche. Il procuratore aggiunto Francesco Caporale, una volta avute tutte le informazioni, valuterà se procedere per i reati di violenza privata e lesioni.
I cronisti dell'Espresso hanno raccontato di essere stati malmenati da un gruppo di militanti di destra. Secondo il resoconto del settimanale alcuni esponenti di Avanguardia Nazionale e il capo di Forza Nuova Roma hanno colpito "con calci e schiaffi il cronista Federico Marconi e il fotografo Paolo Marchetti" e "tra gli assalitori - scrive L'Espresso - c'era anche il capo romano di Forza Nuova Giuliano Castellino, che nonostante sia sottoposto al regime di sorveglianza speciale si trovava sul luogo infrangendo il divieto imposto".