Utilizzava videogiochi per adescare bambini: arrestato pedofilo a Cagliari

Grazie alle chat presenti nei videogame, il pedofilo 28enne richiedeva ai bambini materiale pedopornografico.

Polizia Postale

Polizia Postale

globalist 10 gennaio 2019
A Cagliari, gli agenti del Compartimento della polizia postale hanno arrestato un 28enne per detenzione di materiale pedopornografico, pornografia minorile e adescamento di minorenni.
Utilizzando le chat presenti nelle piattaforme delle consolle di videogiochi, ha adescato due bambini di appena dieci anni: dopo aver conquistato la loro amicizia, il pedofilo ha chiesto che i bambini gli inviassero foto nudi o in cui mostravano le parti intime.
È la prima volta in Italia che viene arrestato un uomo che utilizzava le chat delle consolle per adescare minori e recuperare materiale pedopornografico.
L'attività investigativa, condotta dal Compartimento della Polizia Postale di Cagliari, coordinato dal dirigente Francesco Greco, è iniziata due mesi fa a seguito delle denunce delle mamme dei due bambini. Si erano accorte che i loro figli intrattenevano conversazioni tramite la consolle, con una persona che chiedeva loro l'invio di foto.