Lettera aperta al sindaco di Torre Melissa: grazie per la vostra umanità

Decine di artisti, esponenti della società civile e Mimmo Lucano hanno scritto al primo cittadino della città calabrese dopo l'aiuto dato ai migranti curdi

Naufraghi curdi saltavi a Torre Melissa

Naufraghi curdi saltavi a Torre Melissa

globalist 14 gennaio 2019

Una bella iniziativa, tanto bella da essere oscurata da alcuni Tg del servizio pubblico: l’Arci ha sentito la necessità e l'urgenza di indirizzare una lettera aperta ai cittadini di Melissa, in provincia di Crotone, e al sindaco Gino Murgi per ringraziarli per il soccorso prestato ai migranti sbarcati giovedi' scorso a Torre Melissa.


Tra i primi firmatari della lettera, alla quale hanno aderito già centinaia di cittadini, artisti ed esponenti della società civile e delle associazioni, la presidente nazionale dell'Arci Francesca Chiavacci, il sindaco di Riace Mimmo Lucano, il presidente Arci Calabria Giuseppe Apostoliti.


"Vogliamo esprimerle la nostra gratitudine - si legge nella lettera - per l'atto di Umanità compiuto in occasione del salvataggio dei 51 migranti che sono approdati sulle coste di Torre Melissa. L'aver soccorso con immediatezza e generosità uomini, donne e bambini stremati da un terribile viaggio, naufragati sulle coste del suo Comune e in pericolo di vita, dimostra che, nonostante la propaganda disumana contro i migranti dispensata a piene mani da questo Governo, la solidarietà è più forte della cattiveria e dell'odio ed è l'unico argine alla barbarie. Con questo atto i cittadini di Melissa hanno dimostrato alla Calabria e a tutto il Paese che - concludono - restare umani e' possibile e che l'accoglienza e' un tratto distintivo della nostra Costituzione e della nostra storia repubblicana"