Diciotti, l'ultima parola alla Casaleggio Associati e Salvini si dice "tranquillo"

I grillini al bivio mentre molti elettori sono disorientati e le truppe cammellate del Grande Fratello preparano le veline con le giustificazioni

La nave Diciotti

La nave Diciotti

globalist 16 febbraio 2019

Lui è tranquillo, sapendo che il voto del ‘popolo’ che popolo non è sta nelle mani della Casaleggio Associati, visto che non c’è nessun controllo su quello che avverrà.
Ma l’aria da inciucio c’è tutta. Anche perché una forza come il M5s - con tutte le promesse che ha fatto - non avrebbe nemmeno dovuto esitare un minuto per dire sì e lasciare che fosse la magistratura a giudicare se sulla Diciotti siano stati commessi reati o meno.
"Voto in giunta e processo? Sono tranquillissimo, gli Italiani sanno che ho agito per il loro bene e la loro sicurezza". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini.
Vero fino ad un certo punto: non c’era di mezzo la sicurezza degli italiani ma solo la propaganda xenofoba della Lega, perché la sicurezza degli italiani non era minacciata da poche decine di eritrei reduci da prigione e torture in Libia.
Il Pd: deciderà la Casaleggio associati
"Il M5s chiederà alla piattaforma on line Rousseau come comportarsi in Aula su Salvini. In pratica deciderà ancora una volta la Casaleggio & Associati". Loha detto su Twitter il senatore Pd Dario Stefano, vicepresidente del gruppo dem a Palazzo Madama.
Martina (Pd) M5s vuole salvare la poltrona
"I vertici 5Stelle pensano di salvarsi la coscienza usando la piattaforma #Rousseau. Ma è solo la conferma che hanno perso l`anima. Salveranno dal processo #Salvini per tenersi la poltrona #diciotti". Così su Twitter il candidato alla segreteria del Partito democratico Maurizio Martina.