I Tg in quota Lega-M5s ridimensionano la manifestazione di Milano: solo in 'migliaia'

Le 250 mila persone in marcia contro il razzismo sono state raccontate con prudenza e senza fretta,

Striscione a favore di Riace su disegno di Gianluca Costantini

Striscione a favore di Riace su disegno di Gianluca Costantini

globalist 3 marzo 2019
Oltre 250 mila persone diventate alcune migliaia e una Rai, soprattutto il Tg2 (ribattezzato il Tg Salvini) che ha cercato di ridimensionare la portata del grande evento di Milano con una folla immensa in piazza contro l’odio e il razzismo che sono legittimati da questo corso politico.
Così la testata diretta da Gennaro Sangiuliano non solo ha aperto sulla cattura del superlatitante Di Lauro (pericoloso sì, ma non certo Totò Riina, tanto che era sconosciuto alla maggioranza degli spettatori) per poi parlare di Tav, di Trump e solo come quarta notizia. 250 mila persone diventano solo ‘migliaia’
Anche il Tg1 grillino ha dato l’apertura alla cattura di Di Lauro (ordine di scuderia, mostrare che i pentaleghisti stanno facendo tanto sulla sicurezza) poi ha parlato di ‘decine di migliaia di persone’ (sottodimensionando) e anche mettendo una serie di paletti, parlando di iniziativa del ‘popolo della sinistra’ , che è vero solo in parte perché l’antirazzismo è un valore che è molto più diffuso.
In controtendenza Sky, RaiTg24 e Tg3. Ma le ammiraglie…