I No Vax 'schedano' i familiari del bimbo immunodepresso che ha sconfitto la leucemia

Il piccolo potrà tornare in classe dopo un anno. Gli antivaccinisti hanno pubblicato le foto dei suoi familiari con commenti polemici. Saranno denunciati

Le minacce dei No Vax

Le minacce dei No Vax

globalist 9 marzo 2019

Una setta antiscientifica e aggressiva, purtroppo coccolata dagli attuali reazionari al governo.
Nome, cognome, professione e interessi: una vera e propria schedatura quella apparsa sulla pagina Facebook no vax "Genitori e bambini liberi e sani - popolo unico" ai danni della famiglia di un bambino romano di 8 anni, immunodepresso dopo aver sconfitto la leucemia. Il piccolo è assente da scuola da un anno, ma presto potrà tornare in classe (senza frequentare la mensa né fare ricreazione insieme agli altri) perché l'unico suo compagno non in regola con i richiami vaccinali ha cambiato istituto.
Nel post i no vax invitano a condividere le foto dei suoi familiari.
Accanto a ogni nome sono correlati i link che rimandano ai loro profili Facebook. Il post si chiude con un invito: "Fatevi un giro su bacheche e foto e fatevi la vostra opinione". Tra i commenti si legge: "Ho appena postato una foto del bel quadretto familiare. Fatelo tutti, facciamoli vergognare a 'sti pietosi. Strumentalizzare un figlio per trenta denari".
Sulla bacheca Facebook del gruppo no vax c'è anche una foto che ritrae il bimbo con i suoi genitori in udienza da Papa Francesco. Si tratta di un'udienza privata riservata all'Ail e ai malati di leucemia. Per i no vax, invece, è la prova che stanno mentendo: "Hanno problemi a mandare il figlio a scuola e non si preoccupano delle 6mila persone in udienza dal Papa?".


Ora la famiglia del piccolo è spaventata e ha dato mandato all'avvocato di denunciare gli autori dei post per minacce.