Una strage senza fine: a Taranto muore di cancro un'altra bambina: aveva 5 anni

Marzia aveva 5 anni ed è morta a causa di un tumore al cervello. Prima di lei perse la vita suo cugino di 16 anni, stroncato da fibrosi cistica. E' l'ennesimo urlo disperato da parte dell'associazione Genitori tarantini Ets

Una strage senza fine: muore bambina di 5 anni di cancro a Taranto

Una strage senza fine: muore bambina di 5 anni di cancro a Taranto

globalist 18 marzo 2019
Muore a Taranto un'altra creatura per colpa dell'inquinamento. Ma sembra che non importi a nessuno.
"E volata in cielo un'altra bimba tarantina, aveva cinque anni. Marzia Rebuzzi era ricoverata al Bambin Gesù di Roma ed era la nipotina di Aurelio. Oggi la città dovrebbe essere coperta da un velo nero, non quello dei fumi che ci stanno ammazzando, un velo nero per un lutto inaccettabile". Lo scrivono sulla propria pagina facebook i genitori tarantini, attribuendo il dramma all'inquinamento ambientale della città determinato anche dall'azienda siderurgica ex Ilva.
"Un velo - dicono - nero come l' anima colpevole di chi aveva il potere di fermare questa mattanza e non l'ha fatto, quelli dei decreti, quelli del 'delitto perfetto' che hanno continuato a perpetuare sulla nostra comunità, tutti quelli che non conoscono la vergogna. Non riuscirete a guardare negli occhi i vostri figli. Scusate i toni, ma questa notizia ci ha sconvolto. Ad Aurelio d Loredana, come al papà e alla mamma di questo nuovo angelo, le nostre sentire condoglianze''.