Il legale di Berlusconi: "la morte di Imane danneggia la nostra difesa"

Parla il legale di Berlusconi, Federico Cecconi: "nuoce alla difesa di Berlusconi da un punto di vista tecnico-processuale". Non sarà possibile procedere con un controesame sulle dichiarazioni della giovane

Cristallizzate le dichiarazioni di Imane, il legale di Berlusconi: "la sua morte nuoce alla difesa"

Cristallizzate le dichiarazioni di Imane, il legale di Berlusconi: "la sua morte nuoce alla difesa"

globalist 19 marzo 2019
La morte di Imane Fadil, la teste chiave nel processo Ruby ter deceduta in circostante ancora da chiarire, "nuoce alla difesa di Berlusconi" da "un punto di vista tecnico-processuale".

Lo afferma Federico Cecconi, legale del leader di Forza Italia, secondo cui ora le dichiarazioni di Imane "entrano nel processo" senza che si possa "procedere con il controesame".

Sulla morte della modella 34enne l'avvocato non vuole "esprimere opinioni". 

Le dichiarazioni della giovane a questo punto sono state "cristallizzate" e proprio per questo verranno acquisite dal Tribunale senza la possibilità, per accusa e difesa, di interrogare in aula la testimone.

L'udienza, intanto, è stata rinviata al 15 aprile per valutare se ammettere o meno la richiesta di costituzione a parte civile di altre due testimoni, Ambra Battilana e Chiara Danes.