Torre Maura, l'arroganza fascista di Casapound: "l'indagine per razzismo per noi è una medaglia"

La sindaca ha esplicitamente dichiarato che "non bisogna cedere all'odio fomentato da CasaPound e Forza Nuova". I neofascisti: "il vero razzismo è contro gli italiani"

Casapound a Torre Maura

Casapound a Torre Maura

globalist 3 aprile 2019
La protesta di Torre Maura è nata spontaneamente, anche se la Digos non esclude la presenza di inflitrati di estrema destra. Ma l'origine della manifestazione è stata l'esasperazione dei residenti e Casapound non ha perso tempo a cavalcare l'onda.
"Se c'è un'indagine per istigazione all'odio razziale è una medaglia. Il razzismo qui è verso gli italiani, nessuno li vuole vicino alle proprie case perché mai, nonostante i tanti progetti di integrazione, si sono mai mostrati intenzionati a far parte della nostra comunità" ha dichiarato Mauro Antonini, responsabile del Lazio per Casapound.
Virginia Raggi ha dichiarato che "non bisogna cedere all'odio razziale" facendo esplicito riferimento a Casapound: "Non possiamo cedere all'odio razziale di chi continua a fomentare questo clima e continua a parlare alla pancia delle persone. E mi riferisco particolarmente a CasaPound e Forza Nuova".