Picchiava la moglie e abusava del figlio, arrestato un uomo a Catania

L'uomo, 36 anni, è stato arrestato dopo la denuncia della moglie, avvenuta dopo l'ennesimo atto di violenza

Volante

Volante

globalist 12 aprile 2019
Un uomo è stato arrestato a Catania con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale nei confronti della moglie, oltre che di abusi sessuali sul figlio 12enne. L'uomo, secondo quanto denunciato dalla moglie, picchiava regolarmente la donna e in un caso la avrebbe costretta a toccare il ragazzino nelle parti intime. È stato quest'ultimo episodio a far scattare la denuncia. 
Dalle indagini sono emersi comportamenti aberranti da parte dell'uomo nei confronti della donna che, alla presenza dei tre figli, aggrediva e minacciava continuamente la moglie: la picchiava con pugni e calci al viso e su tutto il corpo, la minacciava con un coltello ed è arrivato anche a cospargerle il capo con liquido infiammabile urlandole "Ora ti do fuoco perché devi morire". Quella che emerge dagli atti della Procura è una storia di prevaricazioni, umiliazioni, violenze psicofisiche.
Il 36enne ha costretto la donna a subire atti sessuali da parte di estranei, portandola in luoghi appartati. Ed è arrivato a farle toccare nelle parti intime il loro bambino dopo averla picchiata con violenza. Dopo quell'atto il bambino avrebbe detto "papà è scemo, è un pazzo".