La Sapienza fa muro davanti ai fascisti di Forza Nuova: "Mimmo Lucano è il benvenuto"

Gaetano Lettieri, Direttore del Dipartimento di Storia: "no a strumentalizzazioni da parte di organizzazioni non democratiche"

La Sapienza

La Sapienza

globalist 11 maggio 2019
Forse invidiosi del successo mediatico ottenuto in questi giorni da Casapound, i fascisti di Forza Nuova tentano a modo loro di fare un po' di rumore, andando a protestare contro la partecipazione di Mimmo Lucano a un incontro all'univesità di Roma La Sapienza dal titolo 'Il senso dei luoghi e il senso degli altri. Riace da condividere'.
Ma i camerati si sono trovati di fronte un secco muro eretto dall'Università, luogo di cultura e quindi naturalmente precluso ai fascisti. "Diamo il benvenuto al sindaco Mimmo Lucano e condanniamo qualsiasi facinorosa strumentalizzazione da parte di soggetti non democratici che pretendono di impedire o condizionare le libera attività della più grande università d'Italia" ha affermato Gaetano Lettieri, direttore del Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo de La Sapienza, la cui Scuola di Dottorato ha promosso l'incontro "nel quale - spiega Lettieri - avremo l'onore di ospitare Mimmo Lucano, sindaco di Riace, e il professore di Antropologia culturale dell'Universita' della Calabria, Vito Teti".
La conferenza, che nasce all'interno di un ciclo seminariale intitolato 'Convivenze', spiega il direttore,"ha carattere rigorosamente scientifico", e il Dipartimento assicura "solennemente l'irrinunciabile dimensione aperta, pluralistica, davvero umanistica delle attività di ricerca e di approfondimento culturale condotte dalla propria comunità scientifica, impegnata a promuovere presso i suoi studenti e la città di Roma conoscenza, intelligenza critica della realtà storica, riconoscimento e accoglimento della complessità delle differenze culturali, alta responsabilità civile e democratica. Senso dei luoghi, senso degli altri..."