Gabrielli rivendica il tweet contro Saviano: "Siamo sui social e abbiamo risposto così"

Il Capo della Polizia ha risposto a chi gli chiedeva se fosse opportuno per un'istituzione agire in questa maniera

Franco Gabrielli

Franco Gabrielli

globalist 12 maggio 2019
Ha fatto una scelta e la difende: "Saviano è un influentissimo opinion maker e ha attribuito al ministro a cui rispondo il titolo di 'ministro della malavita'. A fronte di un precedente episodio avevamo già fatto un tentativo di moral suasion nei confronti dello scrittore usando una terminologia molto più politically correct. Ma oggi come Polizia di Stato siamo sui social e rispetto a una reiterata rappresentazione della realtà abbiamo risposto così. Ma un secondo tweet del genere non lo faccio".
Così a Napoli, il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, rispondendo alle domande di Paolo Mieli critico, durante l'ultima giornata degli 'Incontri' al Rione Sanità, sulla scelta della Polizia di rispondere alle opinioni di Roberto Saviano con un tweet duro.
"A chi dice che un'istituzione non si deve porre nello stesso piano dei singoli cittadini rispondo che io non mi sono mai sottratto al confronto diretto. Ricordo che quando Matteo Renzi fece l'accorpamento del Corpo Forestale all'Arma dei Carabinieri io espressi la mia assoluta contrarietà. E lo feci - dice Gabrielli - prima del 4 dicembre 2016, quando un po' tutti da renziani diventarono antirenziani".