L'Alabama nemico delle donne: vietato l'aborto anche nei casi di stupro

Il provvedimento deve ora essere formato dalla governatrice repubblicana Kay Ivey, che non si è ancora pronunciata ma che è sempre stata una forte oppositrice dell'aborto.

Manifestanti antiabortisti

Manifestanti antiabortisti

globalist 15 maggio 2019

L'Alabama ha deciso di abolire quasi totalmente l'aborto. Un emendamento alla nuova legge dello stato sulle interruzioni di gravidanza, che avrebbe consentito di praticare l'aborto nei casi di incesto e stupro, è stato respinto dal Senato statale a maggioranza repubblicana con 25 voti contro 6.
Il voto, se la nuova legge verrà approvata definitivamente, farà dell'Alabama uno degli stati più rigidi in materia di interruzioni di gravidanza, che saranno consentite solo nei casi di un grave rischio per la salute della donna. I medici che violeranno la legge rischieranno fino a 99 anni di carcere.