La Sea Watch salva 65 migranti in mare, Salvini: "i nostri porti rimangono chiusi"

Lo scrive su Twitter l'account di Sea Watch e aggiunge: "in mare stanno diminuendo i testimoni, non le partenze"

Una donna migrante con suo figlio

Una donna migrante con suo figlio

globalist 15 maggio 2019
La Ong Sea Watch ha annunciato che una delle sue navi ha soccorso 65 migranti da un gommone, probabilmente partito dalle coste della Libia. 
Si tratta di una delle operazioni di soccorso più grandi delle ultime settimane: secondo quanto scrive la Ong, Sia l'Italia, che la Libia, l'Olanda e Malta sono state informate, ma non è stata ricevuta alcuna risposta. 
Dall'inizio dell'anno, sono arrivate in Italia dalla Libia circa 1.100 persone e ne sono morte in mare almeno 300. 
Salvini ha successivamente dichiarato di aver firmato una diffida per impedire alla Sea Watch di entrare nei porti italiani: “Nave di Ong tedesca, con bandiera olandese, raccoglie 65 immigrati in mare libico. Ho appena firmato una diffida ad avvicinarsi alle acque territoriali italiane. I nostri porti sono, e rimangono, chiusi”.