Picchiato e deriso dai compagni di scuola perché diabetico

Un ragazzino di 13 anni vittima dei bulli. La denuncia dei genitori: anche un professore lo avrebbe deriso per la sua malattia

Bullismo -immagine d'archivio

Bullismo -immagine d'archivio

globalist 23 maggio 2019
Brutto episodio di bullismo: lo insultavano, lo prendevano in giro, lo deridevano. Poi sono passati alle maniere forti, picchiandolo almeno in due occasioni. La vittima è un ragazzino di 13 anni, diabetico, che frequenta una scuola media in provincia di Torino. Gli aggressori sono alcuni compagni di scuola: a gennaio uno di loro gli avrebbe sbattuto la testa contro il muro e gli altri avrebbero preso a calci lo zaino, rompendogli le penne di insulina per le terapie.
Dopo l'ultimo pestaggio e dopo le numerose richieste agli insegnanti di intervenire, a denunciare le aggressioni è stato il papà del 13enne, che si è rivolto ai carabinieri.
I bulli avevano preso di mira il ragazzino, affetto dal diabete dall'età di otto anni e con disturbi dell'apprendimento: riprendevano gli scherzi con il cellulare e poi li condividevano su whatsapp. Oltre ai ragazzi, sarebbero coinvolti anche alcuni insegnanti secondo la denuncia del papà: un docente avrebbe letto ad alta voce, davanti a tutta la classe, gli errori del ragazzino in una verifica e un altro lo avrebbe deriso perché mangiava troppo, ironizzando sulla sua malattia.
Fino ad arrivare all'aggressione più pesante, quella di gennaio in cui i bulli hanno usato le maniere forti. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Venaria.