Insulti e prese in giro contro una coetanea, sette minorenni indagati per bullismo

È successo in una scuola media di Piacenza: la ragazza è affetta da una malattia invalidante e gli attacchi di bullismo le hanno provocato stress e ansia

Bullismo

Bullismo

globalist 4 giugno 2019
Un brutto episodio a Piacenza, in una scuola media dove sette studenti sono indagati per atti di bullismo nei confronti di una dodicenne loro compagna di classe. 
La ragazza, affetta da una malattia invalidante, era stata presa di mira con insulti e battute pesanti e i suoi aguzzini l'avevano addirittura aggiunta in un gruppo Whatsapp chiamato 'Noi ti odiamo'. La dodicenne ha cominciato ad avere crisi di ansia a causa di questi episodi. 
L'accusa nei confronti dei giovanissimi è di violenza privata continuata, minacce e diffamazione. I sette ragazzini sono ritenuti responsabili di bullismo e, dopo le indagini della sezione investigativa della polizia locale di Piacenza, sono stati indagati dalla Procura per i minorenni di Bologna. Tuttavia, proprio in quanto minori di 14 anni, non sono imputabili e la loro posizione verrà archiviata: tutti, infatti, hanno tra i 12 e i 13 anni.