Prese in ostaggio 50 bambini sul bus: ritrovato il video del 'proclama'

Nel filmato Ousseynou Sy afferma di volere combattere "i governi corrotti e la politica europea che sfrutta l'Africa"

Ousseynou Sy

Ousseynou Sy

globalist 11 giugno 2019

Continuano le indagini. Ousseynou Sy, l’autista che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini, due insegnanti e una bidella per poi dare fuoco al bus a San Donato Milanese, aveva realizzato un video “proclama” di 37 minuti ritrovato e recuperato dai carabinieri durante le indagini.


“Viva il panafricanesimo, combattiamo i governi corrotti e critichiamo la politica europea che sfrutta l’Africa”, diceva il senegalese. Gli inquirenti ritengono non sia pubblicabile per rischi di “emulazione e odio”.


Tra le imputazioni contestate ci sono anche le lesioni a 17 bambini per traumi da "stress" e psichici da "violenza emotiva", oltre alla strage aggravata da finalità terroristiche, sequestro di persona, incendio e resistenza. I pm Alberto Nobili e Luca Poniz sono pronti a chiedere il processo immediato, dopo aver interrogato ieri l'uomo.